ARMENIA

LA TERRA DEI MONASTERI

L'Armenia è un paese indipendente, la cui storia, costellata spesso e volentieri da violenze e contese, oggi lascia spazio ad una pausa di respiro che profuma di pace e di novità.
La stessa novità che questo paese del Caucaso Meridionale oggi sta cominciando a sperimentare nelle sue strade e nelle sue città. Culla di civiltà, eccezionale paese dalla storia millenaria e profondamente radicata nell'anima della popolazione, l'Armenia è uno stato che offre delle parentesi di tranquillità e di esperienze particolari ai viaggiatori che non si fanno fermare dalla scarsità di locali e dalle grandi distanze che separano i vari luoghi d’interesse.
  Vista l'altezza media e l'orografia del Paese, con le catene montuose che bloccano gli influssi marini, il clima è decisamente continentale, con inverni lunghi e rigidi ed estati più brevi, ma calde; le precipitazioni sono piuttosto scarse, il paesaggio è quindi in gran parte quello tipico della steppa.
Terra di avventura e di bellezze architettoniche, l'Armenia è situata in una posizione geografica peculiare, a metà fra gli Stati moderni e funzionali dell'Occidente e la misteriosa, avvolgente lentezza della vita orientale. Nazione di poeti, musicisti e città scavate nella roccia, l'Armenia rivendica prepotentemente un ruolo fra i paesi emergenti del continente asiatico. Il suo riscatto passa per mezzo della bellezza dei suoi siti archeologici e dei contesti naturali. Oltre quarantamila chiese e monumenti costellano le montagne e le città principali di questa nazione, impreziosendola come una corona con i suoi gioielli. L'antica Nairi, la terra dei fiumi, uno dei luoghi dove sorse la civiltà che oggi è diffusa in tutto il mondo, è una terra da assaporare lentamente, ad occhi aperti, godendone la bellezza e comprendendone il doloroso silenzio.